Ultimo Urlo - non visibile
Gli urli sono visibili solo agli utenti autorizzati.
Oggi è lun set 24, 2018 6:15 pm

Tutti gli orari sono UTC +1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 1 messaggio ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Comunicato sul mancato rinvio della gara del 9 giugno 2013
MessaggioInviato: ven giu 21, 2013 11:36 am 
Non connesso
Site Admin
Avatar utente

Iscritto il: dom dic 27, 2009 7:18 pm
Messaggi: 226
Il Motoclub Regolarità 70 in data 1 e 2 giugno organizzò la 11° edizione della Tre Valli della Conca d‘Oro storica, gara valevole quale quarta e quinta prova del Campionato Italiano Gruppo 5 Regolarità.
A tentare di guastare la festa un zelante responsabile del Distaccamento Forestale che, nonostante nell’area demaniale ( regolarmente autorizzata) i mezzi transitassero a bassa velocità anche per il tempo “largo” concesso per il controllo orario, riteneva superato il limite imposto di 10 km/orari e quindi bloccava la gara.
Solo l’esperienza del Moto club riuscì a salvare la gara prima promettendo il rispetto del limite e poi variando, nella notte fra il primo giorno ed il secondo, il percorso della gara.
Alla gara era presente in rappresentanza del Co.Re. della FMI il Vice Presidente Antonio Calandra che risulta avere informato il Presidente dello svolgimento della gara e del problema verificatosi con la Forestale.
Per la domenica successiva 9 giugno 2013, il Motoclub Regolarità 70 doveva organizzare, utilizzando buona parte degli stessi tracciati, la IV prova del Campionato siciliano di enduro, non ipotizzabile senza i tratti demaniali in questione.
Il lunedì 3 si era cercato di capire se il problema che si era verificato con la Forestale potesse essere risolto ed in che tempi e si era svolta una riunione fino a tarda serata nella quale si era deciso prudenzialmente di chiedere un rinvio in quanto la manifestazione sarebbe stata certamente interrotta dalla Forestale ed in questo caso, essendone già a conoscenza, non si sarebbe poi potuto parlare di “cause di forza maggiore” e di fare immediatamente un comunicato per sospendere le iscrizioni e le prenotazioni alberghiere.

La mattina seguente senza ricevere nessuna telefonata per chiarire le motivazioni della nostra sofferta decisione era arrivata una mail del Presidente del Co.Re. Mezzasalma che ci ricordava il Regolamento Manifestazioni Motociclistiche e dove, a fronte del rinvio richiesto, così come correttamente riportato nell’oggetto, lo stesso Presidente - senza procedere ai sensi dell’articolo 34 del R.M.M. ad una preventiva valutazione delle cause di forza maggiore o meno che avevano causato la richiesta del rinvio - in modo inspiegabile comunicava di avere proceduto autonomamente all’annullamento d’autorità della gara senza nessuna preoccupazione per i problemi evidenziati e nessuna disponibilità a fornire la dovuta collaborazione per la ricerca di una soluzione nella qualità di Organo Regionale della FMI.

Il Motoclub Regolarità 70 la notte del Martedì, integrò comunque la precedente prima frettolosa comunicazione, che aveva solo l’intento di sospendere le prenotazioni alberghiere e l’organizzazione dei vari Motoclub, fornendo altri elementi a quelli che il Vice Presidente aveva certamente fornito nella relazione sulla gara di due giorni e su quelli che avrebbero inficiato il regolare svolgimento della gara di campionato regionale.

Con una mail immotivatamente piuttosto pesante il Presidente del Co.Re. si trincerava dietro la formalistica affermazione “anche se francamente non riscontro comunicazioni degli uffici competenti a supporto delle “cause di forza maggiore”.” quando invece gli era stato certamente riferito di un cancello chiuso dalla Forestale cosa che sicuramente anche il Direttore di Gara aveva riportato nel suo rapporto agli atti della FMI e che potrebbe comunque essere testimoniato dai concorrenti bloccati in gara !!
Nella stessa mail il Presidente, in dispregio dell’articolo 34 del R.M.M. dopo aver arbitrariamente annullato la quarta prova del Campionato regionale di enduro, con la stessa arbitraria modalità la assegnava ad altro Motoclub.
Ed assegnava anche ad un altro Moto club la prova di Minienduro che era contenuta nella gara assegnata per il 9 giugno e già approvata nell’R.P.

E dalla lettura di un articolo pubblicato sul sito ufficiale del Co.Re. Fmi della Sicilia , si evince che proprio la quarta prova del Campionato che, sebbene i gravi motivi esposti rappresentanti certamente “cause di forza maggiore”, per il Motoclub Regolarità 70 non è stata rinviata, è stata dapprima annullata e poi addirittura riassegnata ad altro Motoclub in altra data e questo in violazione aperta dell’articolo 34 del R.M.M. ed in modo specifico :
34.4 -Ogni qualvolta una manifestazione non venga effettuata per qualsiasi motivo,con esclusione di quello denominato “a causa di forza maggiore”, la stessa non potrà essere ripetuta.

34.6 a) Per cause di forza maggiore comprovate (esempio: eventi atmosferici
straordinari, motivi indipendenti dall’organizzatore, etc.), la manifestazione
potrà essere rinviata e, previa autorizzazione dell’organo federale
competente, recuperati gli oneri già corrisposti.

Orbene, considerato che il Presidente del Co.Re. ha ritenuto, invece di rinviare la manifestazione, di doverla annullare così come in effetti ha annullato, la stessa manifestazione non può essere ripetuta nè dal Motoclub Regolarità 70 nè da nessun altro Motoclub ai sensi dell’articolo 34.4.

Il Motoclub Regolarità 70 si è trovato, quindi, attaccato ed additato come un Motoclub che non aveva voluto organizzare la prova assegnata per la quale, si badi bene, risultano già pagate le tasse e gli oneri federali e il R.P. è già approvato.

In questi giorni si è ragionato, quindi, su quanto successo, sul perché, su cosa fare e sui risultati delle varie azioni da intraprendere.

Il Motoclub Regolarità 70 avrebbe dovuto chiedere l’annullamento del provvedimento del Presidente del Co.Re. di annullamento della IV prova del Campionato regionale di Enduro e di Minienduro e quello successivo di assegnazione rispettivamente ai Motoclub Montalbano Elicona e Monreale e chiedere il rinvio della data, così come già richiesto dal MC Regolarità 70.

Ora crediamo che l’ambiente motociclistico Palermitano sia abbastanza avvelenato da alcuni soggetti che hanno per passione quella della maldicenza e della rappresentazione falsa della realtà.
Oggi però nell’era di FB, bastano pochi interventi ben bilanciati per creare un caso magari supportati da un “ professionista” dell’informazione che scrive a comando, da un prezzolato dell’informatica, da un meccanico dell’ambiente che certamente ha poco lavoro, da un libero pensatore che peccato che non riesce a trovare un suo equilibrio; il tutto sembrerebbe diretto da una “cupola” che però cambia nel tempo a seconda delle alleanze del momento ma il risultato è sempre lo stesso: tentare di demolire l’avversario sportivo in qualunque modo e con ogni mezzo.

Il Motoclub Regolarità 70 comunica che a questo gioco al massacro non ci stà. Quindi, comunica di non voler impugnare i provvedimenti che ritiene lesivi ma non sufficienti per privare i piloti siciliani (mini e grandi) della IV prova del Campionato regionale.
Auguriamo, quindi, ai Motoclub organizzatori un “in bocca al lupo” e speriamo che lo sport possa spazzare tutto e tutti quanti lavorano per creare polemiche solo per poi tentare di divenire leader di un gruppo.
Anche questo è essere Regolarità 70.


Il Presidente del MC Regolarità 70
Filippo Piazza

_________________
Yamaha XT/TT 350 1988
Honda CB 500 Four 1976
http://www.e-simply.it


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 1 messaggio ] 

Tutti gli orari sono UTC +1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBB.it

MKPortal ©2003-2008 mkportal.it